Il processo per individuare scarpe su misura

Scopriamo quali sono le 5 fasi del processo di consulenza che porta a scegliere scarpe su misura, adatte a tutte le esigenze.

Per individuare la scarpa su misura di una cliente, bisogna iniziare a fare domande mirate a cui seguono delle valutazioni oggettive per capire cosa proporre.

Tale processo può sembrare lungo ma è assolutamente indispensabile per scegliere la scarpa ideale.

Prima fase: tipologie di eventi

La prima cosa da stabilire è a quale tipo di evento si deve partecipare, cioè si deve capire se la scarpa su misura serve a un ballo, a un’esibizione particolare o a una cerimonia.

Nel caso di un ballo si propone la scarpa più adatta al tipo di danza e si cerca di capire se la cliente è abituata a portare i tacchi e che tipo di colore preferisce.

Per un’esibizione particolare, le domande riguardano lo studio dell’evento e quale è il livello di ballo in modo da stabilire quale tipo di scarpa proporre.

Invece per una cerimonia, le domande riguardano l’abbinamento all’abito e se si è interessati ad un modello in particolare. Se le scarpe sono destinate solo per quell’occasione, occorre individuare il colore o il mood dell’evento.

Seconda fase: scelta del modello

Un consulente esperto aiuta il cliente a individuare il modello di scarpa più adatto alla misura e alla forma del piede, curando l’estetica nei minimi particolari. Non ci sono problemi di numerazione, perché si spazia dal numero 33 sino al numero 42.

Terza fase: individuazione del tipo di pianta e del tipo di tacco

L’Individuazione del tipo di pianta, che può essere larga, stretta o normale, è importante anche per decidere il tipo di tacco: l’esigenza della cliente e la sua abitudine a indossare tacchi alti o bassi è fondamentale.

Anche la forma del tacco viene stabilita durante la consulenza e si può scegliere tra tacco sottile, a rocchetto, a clessidra, a stiletto o normale.

Quarta fase: scelta dei materiali

I materiali proposti sono tanti e vengono scelti in base all’esigenza della cliente che può decidere tra pelli, nappe, laminati, perlati, pizzi, pailettes, glitter, camosci, rasi e tessuti particolari come maculati o fiorati.

Quinta fase: tipo di suola

Dopo aver individuato come dotare la scarpa di maggior stabilità, bisogna capire se è possibile inserire il plateau in base al modello scelto, quindi si passa all’ultima fase della consulenza cioè la scelta del tipo di suola che può essere in cuoio, in bufalo e in gommina.

Entra in contatto con #DonaRosa
Puoi chiamare o mandare un messaggio WhatsApp.
Chiama +393389834025